Giuseppe R. Brogna 3 dicembre 2017 ultime news 0

μRaiden, una versione semplificata di Raiden – il Lightning Network di Ethereum -, è stato finalmente lanciato in mainnet, segno che Ethereum continua tecnologicamente ad avanzare verso la soluzione del problema della scalabilità.

μRaiden è un canale di pagamento unidirezionale che consente l’invio di token a destinatari predeterminati, senza alcuna registrazione sulla blockchain pubblica, ferma restando, però, la protezione della rete di Ethereum.

Invece di avere costanti transazioni on-chain, con qualcuno con il quale un normale utente o una società spesso scambiano, ad esempio Coinbase e BitPay, μRaiden può essere usato in modo che ci sia solo una transazione on-chain per l’apertura del canale, e successive, molteplici, transazioni nel canale – quindi off-chain -, senza gravare sulla blockchain pubblica, salvo che nei casi di controversie.

I clienti (“sender”) che desiderano accedere ai contenuti a pagamento di un provider, apriranno un canale di micropayment con il provider (“receiver”) e ricaricheranno il canale con un numero di token.

Questi token depositati in garanzia (“escrowed”), saranno conservati da un contract di terze parti che gestisce l’apertura e la chiusura dei canali”, ha affermato µRaiden nella loro repository open source.

Poiché questi pagamenti sono, in effetti, pagamenti diretti che poi, eventualmente, vengono sistemati e raggruppati in un’unica transazione on-chain, i proverbiali limiti della blockchain pubblica, come quelli legati all’attuale capacità, cessano di essere un problema.

Le parti legate al canale, quindi, possono intraprendere migliaia o milioni di transazioni a zero fee, secondo il progetto, consentendo micro-transazioni, come ad esempio per il pay per view.

Questi canali di pagamento possono essere utilizzati per tutto il tempo che si vuole, tuttavia potrebbero rivelarsi inefficienti nel momento in cui deve essere fatta una nuova transazione on-chain o, soprattutto, quando deve essere aperto un nuovo canale per effettuare transazioni con parti diverse da quella con cui era stato aperto un canale in precedenza.

Il full Raiden network spera di risolvere tale ultimo inconveniente creando collegamenti intermedi, rifacendosi alla “teoria dei sei gradi di separazione”.

Tuttavia, ciò può essere piuttosto complicato a causa del problema del “routing”, cioè come collegare in maniera decentralizzata tutte queste parti che non si conoscono.

Che noi sappiamo, allo stato non c’è una soluzione chiara e definitiva a tale problema, però Raiden ha recentemente raccolto $50 milioni (109.532 ETH) in un ICO. Dando loro sostanziali risorse per portare avanti il progetto.

Trattasi di una soluzione che comunque urge, poiché Ethereum ora elabora circa 700.000 transazioni al giorno, non molto lontano dal suo potenziale limite di capacità on-chain.

In generale, i lavori per aumentare le potenzialità sono in corso, con l’aggiornamento per il Proof of Stake prossimo al lancio in testnet, con possibilità quindi di entrare in funzione entro mesi.

Sebbene più a lungo termine, Vitalik Buterin, il founder di Ethereum, ha tracciato una roadmap per scalare ai livelli di Visa attraverso Sharding, che potrebbe avvicinarsi all’implementazione nel 2019.

Per aiutare a completare questi due upgrade on-chain, i protocolli di second layer come Plasma, o le sidechain, e Raiden possono ulteriormente aggiungere capacità, grazie al raggruppamento di molte transazioni in un’unica transazione on-chain.

Prima che vanga lanciato il full network, con μRaiden è stato compiuto un passo in avanti verso l’obiettivo di espungere il problema della capacità della blockchain, per coloro che sceglieranno di utilizzare questi second layer.

Non è ancora chiaro entro quando sarà finalizzato il full network. Il lavoro di sviluppo è in corso da almeno un anno e mezzo e continua ancora.

Ma la combinazione di questi nuovi protocolli e aggiornamenti suggerisce che il problema della scalabilità è stato concettualmente risolto, con la sola implementazione ora in attesa, a partire dal prossimo anno.

 

Di Trustnodes.

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.