Pionieri della blockchain
Accedi

ASIC mining: timori di centralizzazione e sentore di rappresagliaTempo di lettura: 5 min.

Negli ultimi giorni, nell’ambiente criptovalutario, si sono diffuse voci su un nuovo apparecchio di mining ASIC della società Bitmain, specifico per la rete Ethereum.

Secondo un rapporto della CNBC, le voci hanno avuto origine dopo che l’analista Christopher Rolland ha visitato la Cina e ha appreso dello sviluppo di un nuovo chip ASIC dedicato a Ethereum.

Rolland ha scritto, in una nota per i clienti, che durante i loro viaggi in Asia di un paio di settimane fa, hanno constatato che Bitmain ha già sviluppato un ASIC (application specific integrated circuit) per ottimizzare il mining di Ethereum. Inoltre, starebbe già preparando la filiera per le spedizioni nel 2018.

Gli ASIC sono dei dispositivi ottimizzati per la risoluzione di un particolare algoritmo di mining. In altre parole, sono in grado di svolgere solo una specifica funzione, ma con la capacità di farlo in modo molto più efficiente rispetto a un hardware general purpose (CPU o GPU).

Questa notizia ha scatenato malumori nell’ambiente di Ethereum, proprio a causa del rischio di centralizzazione che potrebbe rappresentare per il mining. Il mining di Ethereum è da sempre ad appannaggio delle GPU, quindi i dispositivi con i chip ASIC renderebbero proibitivo l’ingresso nell’attività di validazione dei blocchi, relegando al margine i miner più piccoli.

La recente notizia ha immediatamente suscitato le reazioni da parte della community, tant’è che un recente sondaggio rileva la disponibilità degli utenti di Ethereum di sostenere l’adozione di un hard fork per rendere obsoleti gli ASIC per il mining di Ethereum.

Il sondaggio, pubblicato su Twitter dallo sviluppatore di Ethereum Vlad Zamfir, ha chiesto agli intervistati se avrebbero supportato un hard fork che rendesse i miner ASIC incompatibili con l’algoritmo di Proof of Work, Ethash, per il mining di Ethereum.

Al momento della scrittura, il 57% dei circa 7000 intervistati ha dichiarato di voler sostenere un hard fork per rendere inefficienti i miner ASIC di Ethereum, mentre solo il 13% ha dichiarato inequivocabilmente che non avrebbe supportato l’hard fork. Il 10% ha selezionato “È complicato”, mentre il restante 20% voleva solo vedere i risultati.

Zamfir ha chiarito che il suo sondaggio non era incentrato su una specifica proposta, bensì finalizzato solo a conoscere il sentimento della community.

Ciò malgrado, un paio di giorni più tardi, uno sviluppatore di Ethereum ha aperto un’EIP (Ethereum Improvement Proposal) per discutere se la comunità debba modificare il proprio algoritmo di mining, Ethash, per conservare la resistenza agli ASIC.

EIP 958, pubblicato su GitHub dallo sviluppatore di Ethereum Piper Merriam, sottolineando i rischi di centralizzazione derivanti da un mining eseguito con dispositivi ad hoc, propone di implementare una resistenza migliorata al mining attraverso apparecchi dedicati.

Merriam ha anche chiesto che l’EIP 958 venga aggiunta all’ordine del giorno del meeting dei core developer di Ethereum, che è previsto per il 6 aprile, alle 14:00 UTC (15:00 italiane), e sarà trasmesso su YouTube.

Questi timori non sono limitati alla community di Ethereum. Monero, ad esempio, si è impegnato a modificare il suo algoritmo di mining ogni sei mesi, per rendere non conveniente la produzione di un miner ASIC dedicato alla criptomoneta orientata all’anonimato.

Ethereum è una delle criptovalute più redditizie per il mining attraverso GPU. Tuttavia, senza conoscere le specifiche riguardanti l’hash di queste macchine di Bitmain, non possiamo dire quanto siano in grado di rendere le GPU obsolete.

La relazione di Rollan rileva inoltre che, anche se è probabile che Bitmain sia il più grande fornitore di ASIC (attualmente il 70-80% di ASIC per mining di Bitcoin), nonché la prima a commercializzare questo prodotto, è stato appreso di almeno altre tre aziende che lavorano per l’ASIC di Ethereum, tutte in diversi stadi di sviluppo.

Pertanto, il futuro del mining di Ethereum potrebbe non essere così centralizzato come si pensa. Infatti, il male maggiore si sarebbe verificato qualora ci fosse stato solo un produttore di ASIC per Ethereum. Ma con Samsung e altri player che entrano in gioco, la situazione sarebbe meno grave di quanto paventato.

Ciò che invece lascia perplessi, è la volontà di Bitmain di produrre un ASIC dedicato a una blockchain che è prossima al passaggio a un algoritmo di consenso Proof of Stake.

È ipotizzabile che la firm cinese ritenga che, alla fine, si resterà a un algoritmo di Proof of Work. Ipotesi poco plausibile, conoscendo la volontà dei core developer e il fatto che Casper FFG è già in testnet.

Ciò che è scontato, è la circostanza che all’azienda produttrice di ASIC non piacerebbe un sistema – Proof of Stake – in grado di rendere vana la sua industria.

Che stiano allora speculando sul fatto che, al momento del trapasso, “qualcuno” continuerà a minare sulla vecchia catena con conseguente sdoppiamento della blockchain?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit
Giuseppe

Giuseppe

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza decentralizzata legata alle tecnologie del ledger distribuito - E-mail: 1n87rml02@relay.firefox.com

Vuoi approfondire le dinamiche di questo articolo?

Prenota una consulenza con un esperto del team di EtherEvolution che saprà rispondere alle tue domande.
Giuseppe

Giuseppe

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza decentralizzata legata alle tecnologie del ledger distribuito - E-mail: 1n87rml02@relay.firefox.com

Vuoi approfondire le dinamiche di questo articolo?

Prenota una consulenza con un esperto del team di EtherEvolution che saprà rispondere alle tue domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CRIPTOGENESIS

Come comprare, proteggere e rivendere le tue prime criptovalute

Ricevi 4 video dall'evento EtherEvolution LIVE

e altre informazioni utili per capire la blockchain ed il mondo di Ethereum

Ricevi 4 video dall'evento EtherEvolution LIVE

e altre informazioni utili per capire la blockchain ed il mondo di Ethereum