ETHEREVOLUTION: INSIEME NEL FUTURO

Menu
Home » Progetti su Ethereum » Capiamo Augur: il prediction market decentralizzato

Capiamo Augur: il prediction market decentralizzato

12 Marzo 2019 20:00
Tempo di lettura: 7 min.
12 Marzo 2019 20:00
Giuseppe Brogna

Cosa è Augur

Augur è un mercato di pronostici decentralizzato – peer-to-peer – basato su Ethereum. Consente agli utenti di creare mercati previsionali su svariate tematiche, nonché di guadagnare attraverso il trading di “shares” che rappresentano i diversi possibili esiti del quesito proposto.

In termini più semplici, Augur è come se fosse un’agenzia di scommesse decentralizzata. In tanti sono abituati a fare scommesse attraverso i bookmakers centralizzati. Il caso più ricorrente è quello di chi si reca alla SNAI per scommettere sulla vittoria, la sconfitta o il pareggio di una squadra. In questo caso, si conclude un accordo con il bookmaker.

Nell’ipotesi in cui tu abbia pronosticato correttamente l’esito dell’evento, il bookmaker è tenuto a pagarti la famosa vincita. La vincita corrisponde al prodotto della moltiplicazione tra l’importo scommesso e la “quota” dell’esito sul quale hai puntato.

Come ti sto per mostrare, su Augur puoi ugualmente scommettere, sebbene in maniera leggermente diversa e più versatile, ma soprattutto decentralizzata. Vuole dire anche che non si instaura un rapporto tra utente e bookmaker centralizzato. I partecipanti competono direttamente gli uni contro gli altri.

Augur si basa sul principio della “saggezza della massa”, per elaborare dati predittivi che di frequente sono più accurati rispetto a quelli proponibili da singoli esperti.

Grazie all’ausilio di smart contracts, i mercati sono automatizzati. Ciò implica che nessuno, nemmeno il creatore del mercato, può approvare, rifiutare o modificare un trade oppure un ordine. Quando viene acquisita una posizione, non sono possibili ingerenze ad opera di terze parti.

Con Augur, qualunque persona nel mondo con un computer e una connessione Internet, può svolgere tre compiti, non necessariamente alternativi tra essi:

  1. creare un mercato speculativo sull’esito di un evento (creatore);
  2. partecipare in uno dei mercati esistenti (scommettitore);
  3. riferire sul risultato di un evento oggetto di scommessa, al fine di conseguire una ricompensa (reporter/oracolo).

Non ho intenzione di produrre un lungo e noioso “how to” per guidarti in ogni singola fase dell’utilizzo di Augur. Mi soffermerò principalmente sulle logiche alla base di questa piattaforma decentralizzata. Una volta afferrate, sarà semplice orientarti tra i diversi passaggi richiesti per creare mercati o per scommettere su quelli già esistenti.

Creare un mercato

Prima di iniziare, devi scaricare e installare l’applicazione di Augur da qui. in alternativa, accedi dalla Web App. Collega un account attraverso MetaMask, il Ledger o altre opzioni disponibili.

Per creare un mercato, dopo aver eseguito l’accesso alla dApp, clicca sul pulsante “CREATE”nella colonna di sinistra.

Ecco un esempio di quesito (“Market Question”) che potresti proporre:

Dopo aver impostato il quesito, tra le altre cose, devi scegliere il tipo di mercato. Puoi decidere se l’esito deve basarsi su un semplice Sì/No, su scelte multiple oppure su un range numerico.

Per poter procedere alla creazione del mercato, devi anche stakare (cioè vincolare a garanzia) degli ammontari di ETH e REP. Serve per incentivare il creatore del mercato a comportarsi in maniera corretta. Lo stake consiste in:

  • Validity Bond (in ETH): incentiva il creatore del mercato a proporre mercati “validi”, ossia mercati che possono essere convalidati in qualche modo dai reporter sulla piattaforma. Se il mercato è troppo confuso, inconoscibile, non riportabile e/o illogico, si risolverà come non valido. In questo caso, gli ETH vincolati a garanzia della validità del mercato non verranno restituiti al creatore, ma saranno corrisposti ai reporters.
  • No-Show Bond (in REP): incentiva il creatore del mercato ad assegnare la segnalazione sul suo mercato a reporter affidabili. Se il reporter designato si pronuncia sull’esito entro il termine previsto, la “cauzione” in REP verrà restituita al creatore del mercato. Se, al contrario, il reporter assegnato non si pronuncia entro il termine, potrà farlo qualunque altro reporter. Il primo che ci riuscirà, riceverà l’importo del “No-Show Bond”.

In sostanza, questi token (ETH e REP) vincolati inizialmente dal creatore del mercato, servono a garantire che la scommessa non sia inverosimile e che il creatore si affidi a un reporter attendibile. Se il quesito è possibile e regolarmente risolto dal reporter indicato, le “cauzioni” verranno restituite al creatore del mercato.

Il creatore del mercato deve anche specificare una “Creator Fee”. Si tratta una di una percentuale (tra lo 0% e il 50%) che viene decurtata dalla vincita spettante agli scommettitori vincenti, per essere assegnata al creatore del mercato.

La “Creator Fee” serve a incoraggiare le persone a creare mercati, ma anche per coprire i costi sostenuti nella creazione del mercato. Non deve essere troppo elevata, altrimenti gli utenti non scommetteranno nel tuo mercato, ma neppure troppo bassa da non riuscire a coprire il costo di creazione del mercato.

Scommettere su un mercato

Se vuoi partecipare e scommettere su un mercato già esistente, scegline uno dalla sezione “Markets” della dApps. Eccone un esempio:

Partecipare al mercato vuol dire comprare o vendere “shares” (quote) su uno dei possibili esiti dell’evento.

Il caso più facile da comprendere è quello di un mercato che si basa su un esito binario, ad esempio solo su quello “Sì” e su quello “No”. Un esempio può essere quello mostrato nel paragrafo sulla creazione di un mercato:

Il prezzo di ETH sarà maggiore o uguale a 1000,00 € al 1 gennaio 2020?

In questo caso, comprare shares vuol dire aderire all’ipotesi che l’evento si verificherà. Al contrario, vendere shares vuol dire pronosticare il non verificarsi dell’evento. Se alle ore 00.00 del 1 gennaio 2020 il prezzo di ETH sarà pari o superiore a 1000,00 €, la scommessa sarà vinta da chi avrà puntato sull’esito “Sì”.

Ipotizziamo che tu abbia acquistato azioni nel senso della realizzazione di un esito (prezzo di ETH maggiore o uguale a 1000,00 € al 1 gennaio 2020). Se quel determinato esito effettivamente si verifica, riceverai non solo l’importo scommesso, ma anche la vincita (dipendente dal numero di shares comprate e dal prezzo di acquisto).

Al contrario, se possiedi shares relative all’esito che non si realizza, alla chiusura del mercato perderai definitivamente l’importo scommesso.

Le shares hanno un prezzo che fluttua tra 0 e 1 ETH, in base all’incontro tra la domanda e l’offerta dei trader fino a quando l’esito non viene svelato. Più è elevato il prezzo per cui acquisti una share, maggiore è la fiducia che riponi nella realizzazione dell’evento sul quale hai puntato.

Ad esempio, se acquisti per 0,20 ETH cinquanta shares “Sì”, sulla scommessa “Il prezzo di ETH sarà maggiore o uguale a 1000,00 € al 1 gennaio 2020?“, vuol dire che in quel momento il mercato ritiene che ci sia un 20% di possibilità che quell’esito si verifichi.

Se al 1 gennaio 2020 il prezzo di ETH sarà effettivamente pari o superiore a 1000,00 €, potrai vendere quelle shares per il loro prezzo pieno, ossia 1 ETH.

Ma non finisce qui. La particolarità di Augur risiede nella circostanza che i mercati sono tutti in tempo reale. Non sei costretto ad attendere la rivelazione dell’esito dell’evento. Potresti ritenere un determinato esito sottovalutato, nel momento in cui decidi di scommettere.

Ad esempio, il sentiment generale esclude che ETH possa raggiungere il prezzo di 1000,00 € entro il 1 gennaio 2020. Però tu pensi che delle notizie positive (ad esempio prodotti finanziari sulla blockchain di Ethereum), che potrebbero essere rivelate nel corso dell’anno, saranno in grado di far mutare l’opinione del mercato, che potrebbe diventare maggiormente fiducioso sul raggiungimento dell’obiettivo.

In questa circostanza, compri a prezzo basso shares di quell’esito, che potrai successivamente rivendere, quando il sentiment degli scommettitori su quell’esito sarà diventato più favorevole e il prezzo delle relative shares sarà aumentato.

Analogamente, se possiedi shares che si stanno deprezzando, poiché l’evento si sta evolvendo nel verso contrario alla tua posizione, anziché attendere la chiusura dell’evento, qualora ritenessi scarse le possibilità di ribaltamento delle sue sorti, potresti decidere di venderle in anticipo. In questo caso eviteresti di perdere tutto, poiché la perdita sarà determinata dalla differenza tra il tuo prezzo di acquisto e quello di vendita.

Bisogna anche ricordare che per ciascuna vincita si devono pagare le spese di settlment. Includono la “Creator Fee” (spiegata in precedenza) e la “Reporting Fee” per il sistema decentralizzato di oracoli.

Per quanto riguarda la regolazione dell’esito della scommessa, il reporter (sia esso quello designato o quello intervenuto in sostituzione) deve vincolare dei REP a garanzia del suo responso.

In seguito alla pronuncia da parte del reporter, si apre una “fase di contestazione” in cui altri reporter potranno confutare l’esito proposto dal primo. Se il termine di contestazione decorre senza che vengano sollevate obiezioni, l’esito sarà convalidato.

Per mantenermi in linea con lo scopo di questo articolo, ho semplificato ampiamente la spiegazione sulla convalida degli esiti. Se vuoi approfondire nei dettagli questo aspetto, ti invito a leggere l’intera documentazione ufficiale qui.

***

Spero che questa guida ti sia stata utile per capire cosa è Augur e come utilizzarlo. Se hai dubbi, o suggerimenti su come migliorare la guida, oppure per altre guide, non esitare a scriverci.



3 VIDEO GRATUITI DALLA DM CRIPTO












Ti invieremo i
VIDEO GRATUITI
e in più, n
elle email successive, il frutto delle nostre ricerche più avanzate sulle criptovalute e i nostri servizi legati ad esse.

Tratteremo i tuoi
dati personali
con la massima cura e in conformità della normativa privacy GDPR UE2016/679. E potrai disiscriverti in qualsiasi momento con un semplice click.


Condividi
  • 37
    Shares

CATEGORIE:

Progetti su Ethereum


Giuseppe Brogna

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza hitech legata alle tecnologie del ledger distribuito.


  1. ha commentato:

    Qual è la differenza, se ce ne fosse, tra Augur e Betfair (sezione exchange/cashout)?
    Grazie

    • ha commentato

      Luigi se mi posti il link me lo guardo.

    • ha commentato:

      Ciao Luigi,

      provo a risponderti io, sicuramente il fatto che Augur è basato su blockchain di Ethereum e quindi decentralizzato, al contrario di betfair che è un bookmaker centralizzato, anche nella versione exchange/cashout dove tu fai da bookmaker ma sempre sotto la loro “giurisdizione”.

      Altra cosa è la definizione dell’esito degli eventi su Augur abbiamo degli oracoli che daranno il riscontro di un evento mentre nel caso del bookmaker questo avviene sempre sotto controllo del bookmaker che potenzialmente potrebbe annuallare le scommesse e lasciare tutti con un pugno di mosche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico