LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » Progetti su Ethereum » BBVA utilizzerà un sistema di token su Ethereum per la formazione del personale

BBVA utilizzerà un sistema di token su Ethereum per la formazione del personale

08 giugno 2018 19:36
Tempo di lettura: 2 min.
08 giugno 2018 19:36
Giuseppe Brogna

L’istituto finanziario transnazionale BBVA ha lanciato “BBVA Campus Wallet“, una nuova piattaforma di formazione per il proprio personale basata su token, con l’intenzione di implementarla in futuro sulla rete pubblica di Ethereum.

Sebbene per ora la piattaforma non funzioni con la tecnologia , questo modello di scambio di conoscenze consente ai dipendenti di dare valore in token a corsi e workshop, online e di persona, oltre a certificare le ore di frequenza e insegnamento.

La notizia è stata divulgata il 7 giugno attraverso il sito ufficiale del colosso finanziario.

Carlos Kuchkovsky, direttore della tecnologia di Nuovi Business Digitali di BBVA, ha affermato di essere “pionieri in tutto il mondo nell’uso dei token applicati alla formazione nell’ambiente aziendale. BBVA sta esplorando per la prima volta i modelli economici basati su token“.

L’operazione di BBVA Campus Wallet si basa sullo scambio di conoscenze tra professionisti.

Ogni dipendente riceve inizialmente un numero di token (senza valore monetario) per accedere all’offerta di corsi e workshop. Facendo corsi online o svolgendo formazione, possono guadagnare nuovi token.

Questo sistema comporta la gestione dell’offerta e della domanda per mantenere il valore dei token.

Pilar Concejo, responsabile della formazione presso BBVA, ha dichiarato quanto segue:

Non stiamo solo imparando a livello tecnologico, stiamo sviluppando un modello decentralizzato di accesso alla formazione che implica l’esercizio di concepire un nuovo sistema aperto basato su questi “token”.

Circa quattromila dipendenti dell’istituto finanziario, in Spagna e Argentina, hanno già aderito alla piattaforma e, secondo BBVA, sono già in corso test per implementare la piattaforma su Ethereum.

L’obiettivo è quello di registrare lo scambio di token in forma pubblica e di definire gli accordi di formazione tramite smart contract.

Questa iniziativa dimostra che le “Distributed Ledger Technologies” stanno guadagnando supporto nel settore dell’istruzione.

Sono attualmente in corso altri progetti che scommettono sui ledger distribui per sviluppare modelli in grado di soddisfare specifici bisogni educativi.

È il caso, ad esempio, della Woolf University. È un’iniziativa di un gruppo di professori e ricercatori, molti dei quali dell’Università di Oxford, che lancerà un’università online basata su blockchain alla fine dell’anno.

Sostanzialmente, con l’uso di questa tecnologia mirano a ridurre gli intermediari e a garantire la sicurezza dei dati riguardanti titoli e certificati.

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 11
    Shares

CATEGORIE:

Progetti su Ethereum


Giuseppe Brogna

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, ma da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza hitech legata alle tecnologie del ledger distribuito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico