Il Dai Saving Rate (DSR)Tempo di lettura: 11 min.

Il Dai Saving Rate (DSR) è uno strumento di politica monetaria utilizzato nel protocollo di Maker. A cosa serve, e come può essere sfruttato dagli utenti per ottenere rendimenti sui propri Dai?

Chi ama navigare nel mondo della finanza decentralizzata (DeFi), avrà probabilmente sentito parlare del Dai Savings Rate (abbreviato in DSR).

Cosa è questo strumento e perché interessa a molti “criptonauti”?

Il Dai Saving Rate, semplicemente, è un mezzo per stabilizzare il prezzo di Dai. È utilizzato per influenzare il lato della domanda di Dai, mediante il pagamento di un tasso di interesse sui depositi in Dai.

Chi detiene la stablecoin Dai, ha l’opportunità di vincolarla nell’apposito smart contract DSR. Percepisce un guadagno in Dai derivante dal tasso di interesse variabile annuo.

I Dai necessari per pagare il tasso di interesse vengono ricavati dalla stability fee. Si tratta della commissione – calcolata su base annua – pagata da chi ha preso in prestito Dai aprendo posizioni di debito con il protocollo.

Il DSR è uno strumento introdotto con il macro-aggiornamento che ha segnato il passaggio dal sistema del mono-collaterale al nuovo Multi Collateral Dai (MCD).

Attraverso il MCD, innanzitutto, si è aperto alla possibilità di generare dei Dai utilizzando come collaterale anche altri token, diversi da quello nativo della blockchain di Ethereum.

L’altra rilevante novità introdotta dal nuovo sistema del MCD è appunto il Dai Saving Rate.

Il DSR come strumento di politica monetaria

Fino all’introduzione del DSR, MakerDAO aveva la possibilità di influenzare soltanto l’offerta di Dai sul mercato, non la domanda. Lo strumento utilizzato è la stability fee addebitata a chi prende in prestito Dai.

Se il prezzo di Dai è troppo alto sul mercato (superiore al prezzo-obiettivo di 1 USD), la stability fee viene diminuita.

La riduzione della stability fee incentiva gli utenti a generare più Dai. Se infatti la stability fee annua è inferiore, gli utenti sarebbero disposti a indebitarsi maggiormente e a generare più Dai.

Un numero maggiore di Dai circolanti sul mercato ne aumenta l’offerta. Il prezzo di conseguenza dovrebbe subire una discesa, se la domanda resta invariata.

Se il prezzo di mercato di Dai è eccessivamente basso (inferiore al prezzo-obiettivo di 1 USD), la logica vuole che la stability fee venga aumentata.

Una stability fee più alta rende più oneroso avere dei Dai in prestito. Gli utenti sarebbero indotti a prendere in prestito meno Dai, oppure a restituirli per evitare di dover incorrere in un debito maggiore.

In uno scenario di stability fee crescente, si riduce l’offerta di Dai sul mercato. Gli utenti sarebbero meno inclini a prendere in prestito nuovi Dai. Il prezzo dovrebbe quindi aumentare a fronte di un circolante inferiore.

Come controllare la domanda di Dai sul mercato?

Lo strumento del DSR, ora, consente di controllare anche il lato della domanda dell’equazione domanda-offerta.

Il Dai Saving Rate è semplicemente un tasso di interesse variabile. Matura vincolando dei Dai nell’apposito smart contract DSR.

Il tasso di interesse è stabilito dai detentori del token MKR, attraverso la governance on-chain, così come avviene per la determinazione della stability fee.

Il DSR è innanzitutto uno strumento di politica monetaria utilizzato dalla governance di MakerDAO. È un parametro globale che può essere aumentato o ridotto per influenzare la domanda di Dai.

Quando il DSR viene alzato, incentiva gli utenti a detenere più Dai. L’opportunità di maggiore rendimento offerta da un tasso più elevato, induce gli utenti a volere più Dai da vincolare nel DSR.

Quando il DSR viene ridotto, si verifica l’effetto opposto: detenere Dai diventa meno attraente.

Come incide la variazione del DSR sul prezzo di mercato di Dai?

Se Dai viene scambiato al di sotto del suo prezzo-obiettivo (1 USD), il DSR può essere aumentato per favorire la domanda di Dai. Una maggiore domanda, a fronte di un’offerta invariata, fa aumentare il prezzo di Dai.

Se Dai è scambiato al di sopra di 1 USD, il DSR può essere abbassato per ridurre la domanda di Dai. Se il tasso di interesse si riduce, gli utenti sono meno interessati a detenere Dai. La domanda diminuisce, con logiche conseguenze sul prezzo.

Il rapporto tra il DSR e la stability fee

I Dai necessari a finanziare il Dai Saving Rate derivano dalla stability fee pagata da chi crea posizioni di debito verso il protocollo per prendere in prestito Dai.

Se la stability fee non fosse sufficiente, è previsto che lo smart contract Maker crei nuovi MKR per coprire il debito.

Da questo meccanismo ne desumiamo che il DSR riesce ad incidere – sebbene indirettamente – anche dal lato dell’offerta di Dai. Non solo sulla domanda!

Possiamo affermare che esiste una correlazione tra il DSR e la stability fee, in particolare in caso di aumento del DSR.

Abbiamo detto che se l’ammontare totale della stability fee non copre l’importo di Dai necessari per il DSR, si devono creare dei nuovi MKR per coprire il costo.

Ma è logico presumere che i detentori di MKR non desiderano che il loro token si deprezzi. Preferiranno piuttosto aumentare la stability fee e assicurarsi che ci siano abbastanza Dai per coprire gli interessi nel DSR.

Quando invece il DSR diminuisce, la governance potrebbe decidere di ridurre la stability fee.

Se questo ragionamento è corretto, la modifica del DSR influenzerebbe le posizioni di debito degli utenti e influirebbe sul lato dell’offerta di Dai.

Se il prezzo di mercato di Dai è inferiore a 1 USD, il DSR dovrebbe essere aumentato. Ma quest’azione reprime anche l’offerta.

Si scoraggiano gli utenti a generare Dai in ragione del possibile aumento della stability fee, incidendendo quindi sull’aumento del prezzo verso l’obiettivo di 1 USD.

Se il prezzo di mercato di Dai è superiore a 1 USD, il DSR dovrebbe essere ridotto.

La riduzione del DSR dovrebbe far aumentare anche l’offerta di Dai. Incoraggia gli utenti a generare Dai in vista della possibile riduzione della stability fee, incidendo quindi sulla riduzione del prezzo di Dai verso l’obiettivo di 1 USD.

Il DSR, in definitiva, incide direttamente sulla domanda di Dai, ma influenza in via mediata anche l’offerta.

Affiancandosi alla stability fee, il DSR è uno strumento che rafforza ulteriormente le possibilità per la governance di riuscire a mantenere il prezzo di Dai relativamente stabile intorno a 1 USD.

Il DSR dal lato degli utenti

I detentori di Dai possono vincolarli nello smart contract DSR in qualsiasi momento. Il saldo in Dai di chi utilizza il DSR si incrementa nel tempo, in base al tasso di interesse previsto.

Non ci sono limiti al valore in cui può essere impostato il DSR.

L’eccezione è che in base all’attuale codice non è possibile impostare il DSR su un tasso negativo. Ma anche se fosse possibile, non avrebbe molto senso. In regime di tassi negativi gli utenti semplicemente ritirerebbero i propri Dai.

Secondo la documentazione tecnica, il DSR capitalizza costantemente a un tasso di crescita del x% al secondo. Ad esempio, quando il DSR è impostato sul 2%, si accumulerà a 1.0000000006279371924910298109948%.

In termini più pratici, gli utenti sperimenteranno una capitalizzazione annuale del tasso visualizzato.

Ad esempio, se il DSR fosse del 5%, supponendo che l’utente vincoli 100 Dai, alla fine del primo anno avrebbe 105,00 Dai. Alla fine del secondo anno si troverebbe invece con 110,25 Dai.

In questo esempio abbiamo assunto, per semplificare, che il tasso di interesse resti costante per tutto l’anno. Nella pratica non è così semplice, poiché il tasso del DSR viene modificato più volte nel corso dell’anno.

Il sistema del DSR non prevede vincoli di liquidità o di tempo.

Non vi è alcun tempo minimo di vincolo e nessun limite di prelievo. Gli utenti possono entrare e uscire liberamente dal DSR. Bisogna solo pagare le fee di transazione sulla blockchain.

L’importo guadagnato viene ricalcolato e conteggiato sul saldo di ciascun utente più volte al giorno. Il tasso visualizzato è ciò che un utente guadagnerebbe sul capitale in un anno, usando un semplice calcolo degli interessi.

Se il DSR è del 5%, e un utente deposita 100 Dai, può aspettarsi di avere 105 Dai in esattamente un anno. In pratica, come visto, il DSR si capitalizza una volta all’anno.

Se un utente preleva i fondi prima del decorso di un anno, gli viene corrisposta una somma rapportata al tempo di durata del vincolo. Se il tasso è del 5%, e ritira i Dai dopo 6 mesi, riceverà 102,5 Dai.

Il ruolo del DSR nell’ecosistema della DeFi

Le stablecoin come Dai danno la possibilità alle persone di tutto il mondo di raggiungere l’indipendenza finanziaria dagli intermediari.

L’introduzione del Dai Saving Rate potenzia le possibilità di inclusione finanziaria, grazie a una funzione che è implementata direttamente nel protocollo più usato della finanza decentralizzata, ossia Maker.

Il DSR offre nuove opportunità per i trader, nonché per le startup e le aziende affermate che operano con i Dai. Possono ottenere rendimenti sui Dai, gestendo al meglio i propri capitali.

Il vero potere del DSR risiede nella sua semplicità. Con pochi semplici passaggi, gli utenti ottengono un interessante rendimento sui propri Dai senza dover far fronte ad alcun adempimento burocratico.

Il DSR può ottimizzare il rendimento delle risorse non impegnate.

Le aziende che dispongono di Dai non impiegati in spese o capitale operativo, possono vincolarli nel DSR. Otterranno guadagni fino a quando non avranno l’esigenza di prelevare tali fondi.

Qualsiasi settore coinvolto nel mondo dei servizi finanziari può beneficiare della finanza decentralizzata. I settori che possono trarre vantaggio dalla DeFi, e innovare utilizzando Dai, possono anche trarre benefici dal DSR.

Il mondo sta appena iniziando ad intuire il ruolo delle criptovalute nella finanza. La ricerca della comprensione è guidata dalla necessità di trovare strumenti in grado di migliorare i servizi finanziari tradizionali.

Molte persone in tutto il mondo sono escluse dal sistema finanziario in quanto “prive di requisiti”. I cosiddetti “unbanked” meritano delle opportunità di accesso a un settore sinora precluso.

Dai e il DSR rappresentano degli importanti tasselli nel nuovo mondo della finanza aperta che sta andando a delinearsi.

Puoi iniziare a usare il DSR qui.


DISCLAIMER: Il presente articolo ha finalità esclusivamente didattiche, in particolare di descrizione delle caratteristiche di un’appilcazione decentralizzata del panorama blockchain. Questa esposizione non costituisce alcun invito/sollecitazione all’investimento né all’utilizzo dell’applicazione descritta. Non ci assumiamo alcuna responsabilità in caso di danni derivanti da eventuali bug presenti nel codice dell’applicazione, o in caso di fallimento del sistema per via dei limiti che potrebbe presentare nella sua architettura.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit
Giuseppe

Giuseppe

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza decentralizzata legata alle tecnologie del ledger distribuito.

Vuoi approfondire le dinamiche di questo articolo?

Prenota una consulenza con un esperto del team di EtherEvolution che saprà rispondere a tutte le tue domande e risolvere ogni tuo problema.
Giuseppe

Giuseppe

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza decentralizzata legata alle tecnologie del ledger distribuito.

Vuoi approfondire le dinamiche di questo articolo?

Prenota una consulenza con un esperto del team di EtherEvolution che saprà rispondere a tutte le tue domande e risolvere ogni tuo problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi 4 video dall'evento EtherEvolution LIVE

e altre informazioni utili per capire la blockchain ed il mondo di Ethereum

Ricevi 4 video dall'evento EtherEvolution LIVE

e altre informazioni utili per capire la blockchain ed il mondo di Ethereum