LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » Blockchain » [Cosa è?] Hash (TxID) di una transazione Ethereum

[Cosa è?] Hash (TxID) di una transazione Ethereum

27 agosto 2018 13:00
Tempo di lettura: 5 min.
27 agosto 2018 13:00
Giuseppe Brogna

Hai appena sentito parlare di hash di una transazione Ethereum (“transaction ID” o “TxID”), ma ti sembra un concetto indecifrabile?

Non temere! In poche righe ti spiegherò di cosa si tratta e come può esserti utile.

Dopo aver letto questa guida, saprai cos’è l’hash di una transazione Ethereum. Per te sarà semplicissimo trovarlo e utilizzarlo al meglio.

Innanzitutto, devi sapere che l’hash di una transazione può essere utilizzato per conoscere i dettagli della transazione che hai inviato.

Ad esempio, potesti aver bisogno di conoscere lo stato della transazione: se è fallita o è andata a buon fine.

Oppure, in caso di transazione “pending” (in sospeso), vorresti capire se esiste la possibilità di cancellare o sostituire una transazione Ethereum.

Hash transazione Ethereum

Ogniqualvolta generi una transazione Ethereum, ottieni quello che è chiamato “hash della transazione” o anche “transaction ID” o “TxID”.

L’hash della transazione si presenta come una stringa di lettere e numeri apparentemente incomprensibile.

Eccone un esempio:

6147ccf6a66d994f7c363db875e31ca35581450a4bf6d3be6cc9ac76233a69d0.

Il termine hash si riferisce a una funzione matematica non invertibile che, partendo da alcuni dati della transazione, restituisce una stringa di lunghezza predefinita.

Non c’è bisogno che tu conosca gli aspetti matematici della funzione di hash.

Quello che ti interessa sapere è che l’hash della transazione è utilizzato per identificare in modo univoco una particolare transazione.

Tutte le transazioni effettuate sulla blockchain riportano un hash unico, che può essere utilizzato per visualizzare i dettagli della transazione.

Nel momento in cui effettui una transazione, il tuo wallet ti mostra l’hash della transazione.

Se hai effettuato una transazione da un exchange (come ad esempio Kraken, Bitfinex, Coinbase), allo stesso modo, puoi visualizzare l’hash della transazione.

Di norma ti viene mostrato in seguito alla confermata dell’invio della transazione.

Se intendi recuperarlo in un secondo momento, normalmente l’hash è indicato nella sezione degli invii del tuo exchange (di solito la trovi con l’espressione inglese “Withdrawal”).

In questa foto ecco un esempio di hash (qui chiamato transaction ID) mostrato dal wallet del Ledger Live, utilizzato per inviare una transazione attraverso il Ledger Nano S.

L’hash che ti viene mostrato, spesso, racchiude un link sul quale puoi cliccare per visualizzare i dettagli della transazione tramite un “block explorer”.

Ovviamente, puoi anche compiere questa operazione recandoti sulla pagina del block explorer e incollando l’hash della transazione nella barra di ricerca.

Vediamo come fare.

Controllare l’hash della transazione su Etherscan

Per controllare i dettagli di una transazione partendo dal suo hash, devi avvalerti di un block explorer.

Poiché il più noto in ambito Ethereum è Etherscan, utilizzerò questo per mostrarti come fare.

1) Vai su Etherscan;

2) Nella barra di ricerca, nell’angolo in alto a destra, incolla l’hash della transazione e clicca su “Go”;

3) I dettagli della transazione appariranno come di seguito.

Ecco una descrizione delle informazioni che visualizzi:

“TxHash”: È l’oggetto di questa guida.

“TxReceipt Status”: È lo stato della transazione. “Success” vuol dire che la transazione è stata inviata correttamente. Se invece lo stato è “Failed”, la transazione non è stata eseguita, e l’importo della transazione verrà rimborsato dopo la detrazione della fee da pagare ai miner.

“Block Height”: È il numero del blocco in cui è stata inclusa la transazione. Il block height viene numerato in sequenza (0, 1, 2, 3, 4, 5 e così via) a partire dal primo blocco di genesi della blockchain (genesis block).

“Block Confirmations”: Il numero di conferme di blocco è il numero di blocchi che sono stati minati e verificati dalla rete Ethereum a partire dal blocco in cui è stata inclusa questa transazione. Maggiore è il numero di conferme di blocchi, maggiore è la sicurezza della transazione.

“TimeStamp”: Data e ora esatta in cui la transazione è stata minata, nonché il tempo trascorso dal momento dell’inclusione della transazione nel blocco.

“From”: Indirizzo del mittente.

“To”: Indirizzo del beneficiario o del contratto.

“Value”: Valore della transazione (ad esempio 1 Ether).

“Gas limit”: Il limite di gas che può essere utilizzato per la transazione.

“Gas Used by Txn”: La quantità di gas effettivamente utilizzata dalla transazione.

“Gas Price”: Il costo per unità di gas specificato per la transazione. È mostrato sia in Ether che in Gwei.

“Actual Txn Cost/Fee”: Il costo effettivo della transazione (gas utilizzato dalla transazione moltiplicato per il prezzo del gas). È la fee pagata ai miner per l’esecuzione della transazione, indipendentemente dal fatto che la transazione abbia esito positivo o meno.

“Nonce”: Numero della transazione inviata dall’indirizzo del mittente. Ogni transazione di un account è numerata in sequenza, a partire da 0 per la prima transazione. Ad esempio, se il nonce di una transazione è 10, sarà l’undicesima transazione inviata dall’indirizzo del mittente.

“Input Data”: Dati aggiuntivi registrati dal mittente o dal contratto.

Conclusioni

Ora che hai compreso cos’è l’hash di una transazione Ethereum e a cosa può servirti, prova a utilizzarlo per verificare i dettagli della tua transazione.

Se hai dubbi o suggerimenti su come migliorare la guida, oppure per altre guide, non esitare a scriverci.

***

Non perderti i nostri aggiornamenti e approfondimenti su Ethereum e il mondo criptovalute. Compila il form qui sotto! Riceverai i video sulla compravendita e messa in sicurezza degli Ether, e tutte le nostre nuove guide e ricerche sul tema blockchain. È gratis!

ACCEDI ORA AI VIDEO GRATUITI














SPUNTA il checkbox qui a lato PER OTTENERE la GUIDA GRATUITA.
In più, ti invieremo successivamente delle email contenenti il frutto delle nostre ricerche più avanzate su ethereum e criptovalute e dettagli sui nostri servizi legati alle criptovalute. Tratteremo i tuoi dati personali con la massima cura e in conformità della normativa privacy GDPR UE2016/679. Se lo vorrai potrai disiscriverti in qualsiasi momento e con un semplice click. La tua preparazione sugli investimenti in ether e criptovalute sta per prendere il volo.

Condividi
  • 9
    Shares

Articoli che potrebbero interessarti

21 agosto 2018

[Come fare a] Cancellare o sostituire una transazione Ethereum in pending

A causa della rete intasata sei rimasto con la tua transazione...

Leggi tutto

CATEGORIE:

Blockchain


Giuseppe Brogna

Giuseppe è laureato in giurisprudenza, da sempre appassionato di tecnologia e studioso di tematiche economiche. Stimolato dal potenziale impatto economico e sociale, si approccia al mondo delle DLT; matura particolari interessi nella nuova finanza hitech legata alle tecnologie del ledger distribuito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico