Home » Progetti su Ethereum » La fondazione Ethereum stanzia fondi per la ricerca sullo scaling

La fondazione Ethereum stanzia fondi per la ricerca sullo scaling

04 gennaio 2018 18:00
Giuseppe

Condividi

La non profit che sovrintende lo sviluppo di Ethereum ha ufficialmente svelato due programmi di sussidi volti a sostenere la ricerca su come far crescere il numero di transazioni che la sua blockchain può elaborare.

In un post pubblicato martedì, il creatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha rammentato come la rete stia iniziando a raggiungere un milione di transazioni al giorno.

A suo avviso, rendere il network scalabile è la “sfida chiave, la più importante dal punto di vista tecnico“, su cui i developer devono lavorare prima che le applicazioni della blockchain possano essere utilizzate su larga scala.

Come tali, i programmi di sussidio sono stati lanciati per incentivare i developer ad implementare due soluzioni proposte per lo scaling: sharding e i protocolli layer-2 che verrebbero costruiti in cima all’odierna blockchain.

Sharding è un metodo che richiede solo pochi nodi sulla blockchain per verificare una transazione, in luogo del coinvolgimento di tutti i nodi a tale scopo.

Attualmente i developer di Ethereum stanno finendo le specifiche per il loro protocollo Sharding, e stanno cercando dei team per creare implementazioni e lanciarle sulla testnet di Ethereum.

I protocolli di layer 2, d’altra parte, adottano un approccio diverso, espungendo le transazioni dalla blockchain “principale” di Ethereum.

Il network consentirebbe alle transazioni di essere processate sia dentro che fuori la blockchain, la quale tuttavia non verrebbe utilizzata per elaborare quelle transazioni che richiedono istantaneità.

Secondo il post sul blog, i sussidi per ogni programma andranno da $ 50.000 a $ 1 milione e sono destinati a coprire i costi di sviluppo.

Per entrambe le soluzioni, i team di successo saranno anche coinvolti nell’attuazione dei protocolli sulla mainnet di Ethereum, nella successiva fase.

In aggiunta all’attività di ricerca che i developers di Ethereum stanno conducendo, la fondazione sta cercando terze parti per analizzare i problemi di scaling.

Nel suo post, Buterin ha scritto:

“Sono benvenuti a fare domanda team indipendenti di developer, aziende, gruppi universitari e accademici; ci rendiamo conto che i diversi tipi di candidati possono richiedere format e metodi diversi, perciò siamo disposti a essere flessibili per soddisfare le esigenze dei singoli team.”

 

Fonte: Coindesk

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 15
    Shares

CATEGORIE:

Progetti su Ethereum



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico