Emanuele 11 ottobre 2017 smart contract 2

I progressi tecnologici continuano ad avere un impatto su tutte le aree della società, incluso il mondo degli affari.

Questi progressi aiuteranno a risolvere problemi quotidiani e ad aumentare la nostra produttività. Mentre la Blockchain, o i “Distributed Ledger Technology (DLT) ” si diffondono e hanno sempre più successo, è stato creato un nuovo livello di automazione che è pronto a far parte di queste rivoluzioni tecnologiche: gli Smart Contracts o Contratti Intelligenti.

Il valore della Blockchain

Per capire gli Smart Contracts, dobbiamo prima comprendere il valore della Blockchain.  E’ arci-nota però la sua ostilità nella curva di apprendimento. Gli Smart Contracts così possono decidere le sorti di tutto quello che uno ha imparato sulla Blockchain, smontandone o meno le competenze assimilate.

La bellezza è che, comunque, con le Blockchain le transazioni saranno più trasparenti. Ogni utente vede le rispettive operazioni di ogni transazione, così che quest’ultima diventi sempre più ottimizzata.

Fortunatamente, ci sono delle piattaforme come Etherparty che hanno come obiettivo quello di aiutare gli utenti semplificando la complessa natura delle transizioni, raccogliendone allo stesso tempo i benefici. Etherparty è un portale per le Blockchain che permette di creare Smart Contracts. Come al momento Gmail è un portale per Internet attraverso il quale inviamo email, l’obiettivo è di rendere la tecnologia che sta dietro gli Smart Contracts  altrettanto facile da usare dalle persone comuni.

Aziende che comprano già tramite Blockchain.

Ci sono parecchie società e multinazionali che hanno già iniziato ad usare le Blockchain. Di recente IBM si è associata con giganti multinazionali del cibo tra le quali Nestlè e Unilever, e con negozi come WalMart, per implementare la Blockchain con l’obiettivo di ridurre i crescenti episodi di contaminazione alimentare.

Secondo Brigid McDermott, la Vicepresidente di IBM Blockchain, la Blockchain è sicura da usare perché permette loro di condividere informazioni tra il gruppo di aziende, permettendo, allo stesso tempo, di avere una traccia di ogni movimento. La vicepresidente lo considera il sistema perfetto da usare nel caso in cui si vogliano condividere informazioni ma si è scettici sulle altre aziende, o nel caso in cui si voglia mantenere un grado di riservatezza.

Frank Yiannas, il Vice Presidente di Walmart per Food Safety, ha usato Blockchain per tracciare delle informazioni e i risultati hanno dimostrato come è facile ottenerle in meno di tre secondi.

Cosa sono gli Smart Contracts?

Gli Smart Contracts sono complementari alla Blockchain, poiché semplicemente aggiungono delle informazioni generali alla stessa. Forniscono agli sviluppatori l’opportunità di essere creativi nello sviluppare i loro sistemi, rendendoli contemporaneamente più eleganti e complessi. Gli Smart Contracts permettono agli sviluppatori di modificare il sistema in qualcosa che si adatta meglio ai loro rispettivi settori: legge, finanza, settore bancario etc…

Inoltre c’è da aggiungere che gli Smart Contracts sono capaci di eseguire una logica condizionale, e per questo, le Blockchain possono essere usate come un sistema di deposito o sistema di pagamento. Ecco cosa rende gli Smart Contracts così preziosi.

La scienza dietro gli Smart Contracts

Gli Smart Contracts sono programmati per rispondere a stimoli differenti che permettono loro di eseguire specifiche azioni a seconda delle circostanze. La cosa migliore degli Smart Contracts è che sono precisi e non lasciano spazio ad ambiguità e approssimazione. Tutto è definito in maniera chiara.

Il loro codice è compilato e successivamente condiviso con vari computer o utenti attraverso un protocollo che gli permette di comunicare tra loro in tempo reale. Tale network convalida le azioni e le esegue. Le azioni possono coinvolgere transazioni, dati, registri, cryptovalute e via dicendo. Infine il network unisce le azioni con altre pre-esistenti per dare vita a un nuovo blocco di dati.

Questi tipo di dati non possono più essere modificati, ma possono essere rivisti di volta in volta. Infine, il codice è pronto ad eseguire le regole che gli sono state date. Gli Smart Contracts sono generalmente reattivi e reagiscono soltanto se l’evento esterno è cominciato fuori dal contratto.

Mettere in pratica gli Smart Contracts.

Nel mondo delle blockchain, al momento, soltanto i programmatori che conoscono profondamente Ethereum sono capaci di gestire questo tipo di tecnologia. Questo è dovuto al fatto che il sistema in sé e per sé è intrinsecamente complicato, e richiede una conoscenza profonda della programmazione. In ogni caso delle soluzioni semplificate ci risparmieranno la seccatura di passare attraverso certe tecnologie. Solitamente infatti una persona dovrebbe passare attraverso vari step: prima di tutto dovrebbe gestire diversi server, poi dovrebbe aspettare la sincronizzare con le Blockchain e in fine dovrebbe inserire comandi da linea di comando per eseguire tutto.

Non più esclusiva di élite tecnologiche

Le soluzioni presentate dalla Blockchain hanno reso democratici processi solitamente complessi e tipicamente esclusivi di un élite. La Blockchain ha semplificato il processo, e per certi aspetti lo ha modernizzato garantendo all’utente i vantaggi di una sicurezza più robusta, una riduzione dei costi, una maggiore velocità e scalabilità. Tutte queste caratteristiche sono presenti senza la seccatura di dover assumere programmatori che devono preoccuparsi di un sistema aziendale e spendere tempo per costruire dei programmi e infrastrutture di sana pianta. In quanto tale, dà inoltre al proprietario e a chi investe più controllo sugli affari, fornendo una panoramica delle diverse transazioni e dei relativi processi che avvengono.

Mentre la tecnologia delle Blockchain non è ancora stata provata su larga scala, gli Smart Contracts hanno potenzialità illimitate nel mondo degli affari.

Di: Inc. 

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.