LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » Mining Ethereum » E’ vero, la blockchain consuma un sacco – ma non è detto che sia una cosa sbagliata

E’ vero, la blockchain consuma un sacco – ma non è detto che sia una cosa sbagliata

09 luglio 2018 11:00
Tempo di lettura: 2 min.
energia elettrica blockchain
09 luglio 2018 11:00
Alessandro Di Vita

Negli ultimi mesi, il tema della blockchainUna blockchain è un registro condiviso in cui le transazioni vengono registrate in modo permanente mediante l’aggiunta di elementi alla catena di blocchi. La blockchain funge da record storico di tutte le transazioni che si sono verificate, dal blocco di genesi all’ultimo blocco, da cui il nome blockchain (catena di blocchi). ha assunto notevole importanza nel dibattito mondiale. Non solo in termini di Bitcoin & Co. ma anche come spina dorsale di una nuova economia di condivisione.

Viviamo in un’epoca in cui un numero crescente di persone ha compreso la necessità di liberarsi dall’energia nucleare e dai combustibili fossili. L’importanza delle energie rinnovabili aumenta costantemente, quindi nell’impossibilita di utilizzare l’energia eolica e solare a causa della difficoltà di trasporto, l’integrazione delle energie rinnovabili decentralizzate diventano un elemento cruciale.

La blockchain offre nuove possibilità

La tecnologia blockchain mostra molte promesse. Oltre a essere utilizzata per eseguire transazioni di fornitura di energia, potrebbe anche fornire la base per i processi di misurazione, fatturazione e compensazione.

La blockchain potrebbe presentare il legame tra efficienza energetica e industria degli investimenti.

Altre possibili aree di applicazione sono la documentazione della proprietà, lo stato delle attività (gestione delle risorse), le garanzie di origine, le quote di emissioni e dei certificati di energia rinnovabile. La tecnologia blockchain ha il potenziale per cambiare radicalmente l’energia come la conosciamo, iniziando dai singoli settori, ma alla fine trasformando l’intero mercato dell’energia.

mining

E’ stato più volte dichiarato:

Nel 2017, l’estrazione globale di Bitcoin ha consumato più energia della maggior parte dei paesi.

Questo è solo uno dei tanti usi della blockchain.

La grande quantità di energia elettrica che le criptovalute consumano è un fattore a parte; l’aumento della domanda di energia elettrica può contribuire a colmare il divario tra gli attuali investimenti in efficienza energetica (EE) e gli investimenti necessari per sfruttare tutto il potenziale dell’energia pulita. In altre parole, potrebbe rendere gli investimenti nelle energie rinnovabili abbastanza redditizi per i grandi giocatori.

Oltre i due terzi del nostro potenziale di efficienza è ancora intatto, secondo Greenbiz.com. Oltre a frenare il contenimento delle nostre emissioni di anidride carbonica, questo potenziale dormiente dimostra che vengono trascurati impieghi dell’energia e mercati economici. Abbiamo bisogno di innovazione finanziaria e creatività per sbloccare gli investimenti in efficienza energetica (EE) e cogliere queste opportunità di occupazione e crescita.

La blockchain potrebbe essere la risposta? Mettete a sistema la domanda creata dalla blockchain con le soluzioni tecnologiche e un futuro più verde potrebbe essere vicino.

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 11
    Shares

Articoli che potrebbero interessarti

blockchain_logistica_etherevolution

12 giugno 2018

Abu Dhabi Ports lancia la blockchain per la logistica

Maqta Gateway ha sviluppato e lanciato Silsal, una tecnologia basata su...

Leggi tutto

7 giugno 2018

ASUS sta per rilasciare la scheda madre Mining Master

Lo scorso 30 maggio il produttore di hardware americano ASUS ha...

Leggi tutto

CATEGORIE:

Mining Ethereum


Alessandro Di Vita


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico