Pionieri della Blockchain
Menu
Home » Blockchain » Ethereum: tutti i segreti della blockchain (Parte 1)

Ethereum: tutti i segreti della blockchain (Parte 1)

12 Febbraio 2017 16:20
Tempo di lettura: 4 min.
ethereum
12 Febbraio 2017 16:20
Amelia Tomasicchio

In questo articolo scoprirai tutto quello che c’è da sapere su Ethereum. L’obiettivo di questa guida pratica per principianti (e non) è, infatti, spiegarti ogni singolo aspetto che coinvolge la blockchain di Ethereum.

Anche se spesso associata a Bitcoin, la tecnologia blockchain ha molte altre applicazioni che vanno al di là delle criptovalute. Infatti Bitcoin è solo una delle centinaia di applicazioni che utilizzano oggi la blockchain.

Anche se piuttosto recente, la costruzione delle applicazioni blockchain ha richiesto un complesso background di coding, matematica e risorse significative.

Ma i tempi sono cambiati. Applicazioni prima inimmaginabili come il voto elettronico e la registrazione virtuale di proprietà sono ora state sviluppate e gli addetti ai lavori continuano a lavorarci per migliorarle sempre più.

E poiché fornisce agli sviluppatori gli strumenti per costruire applicazioni decentralizzate, Ethereum sta diventando sempre più il modo per rendere possibile la creazione e lo sviluppo di progetti che prima erano impossibili anche da immaginare.

Ethereum per principianti

Ethereum è una piattaforma che si basa sulla blockchain e permette agli sviluppatori di costruire e sviluppare applicazioni decentralizzate anche definite smart contract.

Ethereum è simile a Bitcoin? Un po’, ma non del tutto.

Come Bitcoin, Ethereum è un network pubblico e distribuito. Sebbene ci siano notevoli differenze tecniche tra i due, la distinzione più importante è che Bitcoin ed Ethereum hanno diversi scopi e possibilità.

Bitcoin offre un’applicazione in particolare, ovvero un sistema di pagamento elettronico e peer-to-peer. Mentre la tecnologia bitcoin viene usata per tracciare la proprietà della criptovaluta (bitcoin), Ethereum si concentra per lo più sulla programmazione delle applicazioni decentralizzate.

Nella blockchain di Ethereum, invece che nel mining di Bitcoin, i cosiddetti minatori lavorano per guadagnare Ether, un tipo di token che funge da carburante per l’intero network. Oltre che come criptovaluta, Ether è anche utilizzata dagli sviluppatori per pagare i servizi offerti dallo stesso network della blockchain di Ethereum.

Cos’è uno smart contract?

Il termine smart contract è utilizzato per descrivere un codice computazionale che facilita lo scambio di denaro, contenuto, proprietà, azioni o qualsiasi cosa abbia un valore. Quando fatto girare sulla blockchain, uno smart contract diventa un programma operativo in modo automatico che viene eseguito quando si verificano delle specifiche condizioni. Poiché gli smart contract funzionano all’interno della blockchain, questi possono essere eseguiti solo come programmati senza possibilità di censura, modifica o frode.

Tutte le blockchain hanno la possibilità di processare un codice, ma alcune sono molto limitate. Ethereum è diverso. Invece di fornire un set limitato di operazioni, Ethereum permette agli sviluppatori di creare qualsiasi operazioni essi vogliano. Questo vuol dire che gli sviluppatori possono costruire centinaia di applicazioni diverse, ma usando lo stesso network come base.

La macchina virtuale di Ethereum 

Prima della creazione di Ethereum, le applicazioni blockchain erano disegnate per compiere un set limitato di operazioni. Bitcoin e le altre criptovalute, per esempio, erano sviluppate esclusivamente per essere delle valute digitali e peer-to-peer.

Gli sviluppatori hanno affrontato il problema. La macchina virtuale di Ethereum (EVM) è un software Turing completo che gira sul netwokr di Ethereum. Questo permette a chiunque di eseguire ogni programma, indipendentemente dal linguaggio di programmazione.

EVM rende il processo di creazione di una applicazione molto più veloce ed efficiente. Invece di costruire un’intera nuova blockchain per ogni nuova applicazione, Ethereum permette lo sviluppo di centinaia di potenziali applicazioni decentralizzate (chiamate anche dapp) sulla stessa blockchain.

 I benefit  della decentralizzazione

Poiché le dapp utilizzano la blockchain, esse beneficiano di molteplici vantaggi:

  • Immutabiltà – una terza parte non può modificare i dati;
  • Nessuna corruzione – le dapp sono basate su un network formate attorno ai principi del consenso, rendendo impossibile la censura;
  • Sicurezza – senza nessun fallo centrale e data la sicurezza della crittografia, le applicazioni sono ben protette contro attacchi hacker e attività fraudolente;
  • Zero downtime – le dapp non possono essere spente o andare down;

Nonostante abbiano numerosi benefit, le dapp purtroppo non sono infallibili. Poiché il codice di uno smart contract è scritto da umani, esso può essere buono quanto la gente che lo ha scritto. I bug del codice possono portare a diverse azioni non volute. Se un errore nel codice viene scoperto, non c’è modo di fermare eventuali attacchi al sistema. L’unica cosa che si potrà fare è ottenere il consenso del network e modificare il codice.

Se vuoi scoprire come si sviluppa una dapp e molte altre informazioni sulla blockchain di Ethereum, leggi anche la seconda parte di questa guida base per principianti.

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 3
    Shares

CATEGORIE:

BlockchainSmart contract


Amelia Tomasicchio

Amelia Tomasicchio scrive di Bitcoin ed Ethereum dal 2014. Con una laurea in lettere e un master in marketing, Amelia si occupa soprattutto di content marketing e social media management per diverse aziende nel settore fintech.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico