LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » Blockchain » Ethereum Name Service verso l’adozione Mainstream

Ethereum Name Service verso l’adozione Mainstream

26 Novembre 2016 14:22
Tempo di lettura: 2 min.
ethereum namespace auction
26 Novembre 2016 14:22
Amelia Tomasicchio

Ethereum Name Service (ENS) permetterà agli utenti registrati di legger indirizzi come “vitalik.eth”, invece di un indirizzo crittografato come “0x32b724f073ec346edd64b0cc67757e4f6fe42950”.

Quando si parla di indirizzi web, il Domain Name System (DNS) non è un sistema molto conosciuto, anche se è forse la cosa più importante che usiamo su internet.

Prima che internet diventasse di uso comune, gli indirizzi web erano fatti di numeri separati da punti (per esempio, 204.12.248.116.)

Il sistema DNS venne creato per fornire all’uomo indirizzi leggibili. Il DNS è come una vecchia rubrica telefonica per mezzo della quale la gente cerca il nome della persona per trovare il numero di telefono corrispondente.

Il DNS fornisce lo stesso servizio a internet. Quando visiti un dominio come EtherEvolution.eu, il tuo computer segue una serie di passaggi per passare da quell’indirizzo leggibile ad un indirizzo IP.

Ethereum cresce ogni giorno, e gli sviluppatori stanno cercando modi per rendere Ethereum ancora più user-friendly, semplificandone l’uso quotidiano. L’Ethereum Name Service è un progetto creato per semplificare l’utilizzo di Ethereum ed  è appena stato lanciato sul testnet di Ropsten.

ENS è per Ethereum quello che il DNS è per internet, in quanto permette agli utenti di registrare e usare nomi leggibili come ‘vitalik.eth’ invece di un indirizzo criptato come ‘0x32b724f073ec346edd64b0cc67757e4f6fe42950’.

ENS sarà usato dai wallet, in modo che gli utenti possano inviare Ether ad un nome come alice.eth, piuttosto che usare la più comune stringa di caratteri che nessuno mai si ricorderebbe a memoria.

Secondo Nick Johnson di Ethereum Foundation e creatore di ENS,

“Dietro questo progetto c’è un’enorme varietà di possibili utilizzi, tra cui la sostituzione degli attuale infrastruttura DNS con ENS.”

ENS porterà beneficio agli utenti di Ethereum rendendo più semplice inviare e ricevere fondi; e sarà disponibile su tutte le blockchain basate su Ethereu, sia pubbliche che private.

Per esempio, gli utenti che usano Mist potranno accedere ad ENS una volta che sarà lanciato nel mainnet, ovvero nella rete ufficiale delle transazioni.

Questo permetterà alla gente di comprendere con ancora più facilità come funziona Ethereum, aumentandone la popolarità e l’utilizzo in tutto il mondo. Inoltre, da un lato più pratico, eviterà problemi di errata digitazione del wallet address.

ENS sarà basato su un processo d’aste, creato per non permettere alla gente di comprare e vendere i propri nomi (composti di almeno 7 caratteri) quando il sistema sarà lanciato ad inizio 2017. 

Al contrario che nel DNS, il prezzo sarà determinato da un’asta con un costo minimo nel caso in cui ci sia un solo bidder interessato all’acquisto di un nome.

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 1
    Share

CATEGORIE:

BlockchainProgetti su Ethereum


Amelia Tomasicchio

Amelia Tomasicchio scrive di Bitcoin ed Ethereum dal 2014. Con una laurea in lettere e un master in marketing, Amelia si occupa soprattutto di content marketing e social media management per diverse aziende nel settore fintech.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico