LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » Nuove ICO » SEC ICO: nuove leggi in vista per le token sale

SEC ICO: nuove leggi in vista per le token sale

26 luglio 2017 21:33
Tempo di lettura: 2 min.
26 luglio 2017 21:33
Amelia Tomasicchio

Condividi

sec ico

SEC ICOAcronimo che sta per Initial Coin Offering ed è la nuova formula di finanziamento per le startup. In pratica una ICO vede la startup che la applica offrire una percentuale della criptovaluta ai primi acquirenti interessati in cambio di valuta tradizionale o di altre criptovalute.: La commissione americana per i titoli e gli exchange ha pubblicato un documento che prevederebbe nuove leggi sulle token sale.

L’US Securities and Exchange Commission (SEC) ha rivelato oggi, infatti, che le ICO (Initial Coin Offering), ovvero le vendite di token organizzate dalle startup per finanziare i propri progetti “sono soggette alla legge di sicurezza federale”.

L’agenzia, nel suo comunicato, ha dichiarato che aveva iniziato ad investigare i problemi relativi ai token connessi al DAO, il veicolo di funding basato su Ethereum che venne colpito da un importante attacco hacker un anno fa e il cui risultato fu la creazione di Ethereum Classic.

Secondo il SEC, questi DAO token costituiscono titoli, anche se l’agenzia ha affermato che non stava accusando nessuno in relazione al progetto, ma stava solo condividendo la sua scoperta “per avvertire l’industria e gli investitori del mercato”.

SEC ICO: il documento

“…la Commissione ritiene opportuno e nell’interesse pubblico emettere questa relazione per sottolineare che la legge statunitense sui titoli può applicarsi anche ad altre attività, inclusa la tecnologia blockchainUna blockchain è un registro condiviso in cui le transazioni vengono registrate in modo permanente mediante l’aggiunta di elementi alla catena di blocchi. La blockchain funge da record storico di tutte le transazioni che si sono verificate, dal blocco di genesi all’ultimo blocco, da cui il nome blockchain (catena di blocchi)., a seconda dei fatti e di circostanze particolari, senza riguardo alla forma dell’organizzazione o tecnologia utilizzata per effettuare una particolare offerta o vendita.”

Stephanie Avakian, co-direttore della Divisione Applicazione del SEC, ha aggiunto:

“La tecnologia innovativa dietro a queste transazioni virtuali non esonera le offerte di titoli e le piattaforme di trading dal quadro normativo progettato per proteggere gli investitori e l’integrità dei mercati “.

In sintonia con il report sul DAO, la SEC ha pubblicato un bollettino per gli investitori sulle Initial Coin Offerings, o ICOs.

Tra gli strumenti inclusi c’era un avviso circa i rischi di frode per quelli che decidono di partecipare alle ICO.

“Investire in una ICO potrebbe limitare il tuo recupero in caso di frode o furto. Nonostante possiate avere diritti secondo le leggi federali sui titoli, la tua capacità di recupero potrebbe essere significativamente limitata,” si legge sul bollettino.

Questa mossa giuge mesi dopo che la SEC è stata formalmente invitata a fornire orientamenti sui beni e sulle ICO, bloccando efficacemente un periodo di dubbio sull’approccio che avrebbe adottato la SEC.

Clicca qui per leggere il documento integrale pubblicato dal SEC.

Se vuoi sapere come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether, clicca qui per accedere alla guida gratuita (la prima e più completa in lingua italiana).

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 6
    Shares

CATEGORIE:

Nuove ICO

TAG:


Amelia Tomasicchio

Amelia Tomasicchio scrive di Bitcoin ed Ethereum dal 2014. Con una laurea in lettere e un master in marketing, Amelia si occupa soprattutto di content marketing e social media management per diverse aziende nel settore fintech.


  1. ha commentato:

    Scusate l’off topic ma potrei avere la definizione di Tokenization e all’atto pratico in cosa consiste ? Magari con qualche esempio.
    Grazie 1000

    • ha commentato:

      In un contesto blockchain, la tokenizzazione può essere considerata come il processo di conversione dei diritti riguardanti un asset, in un token digitale su una blockchain.

      Pensa alle azioni, gli immobili, l’oro, il petrolio ecc. Questi asset sono difficilmente divisibili o trasferibili fisicamente.

      L’utilizzo del titolo cartaceo rappresentativo di tali asset non è affatto risolutivo, se si considerano i complessi accordi legali e le difficoltà di tracciamento e gestione del cartaceo.

      La soluzione apparente sarebbe quella di avvalersi di transazioni elettroniche pure e semplici e accordi standardizzati, sennonché questo non elimina il limite di dover riporre fiducia in un’entità centralizzata (trusted).

      Quindi, la vera soluzione ai suddetti limiti risiede nella tokenizzazione su blockchain; quindi la gestione di questi asset tramite una piattaforma trusteless, permissioneless e censorship resistant.

      • ha commentato:

        Grazie per la completezza della risposta. Se volessi documentarmi e approfondire l’hashing nelle blockchain (es. volessi tracciare in un blocco lo storytelling di un’idea in luogo di una registrazione tradizionale di proprietà intellettuale) ci sono suggerimenti, siti, case history ?
        Come sempre grazie.

        • ha commentato:

          Fulvio, se non l’hai già fatto, ti consiglio di leggere il white paper di Ethereum. Da lì ti si aprirà un mondo e potrai fare tutte le ricerche che desideri in modo più dettagliato. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico