LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » Blockchain » Transazioni per secondo: ethereum vs paypal

Transazioni per secondo: ethereum vs paypal

06 Maggio 2017 15:16
Tempo di lettura: 3 min.
transazioni per secondo
06 Maggio 2017 15:16
Amelia Tomasicchio

Oggi parliamo del numero di transazioni per secondo e le differenze tra Ethereum, Bitcoin, Visa e Paypal.

Uno dei più grandi dibattiti nel mondo di Bitcoin è quello relativo alle dimensioni dei blocchi che regolano il numero massimo di transazioni per secondo.

Luno, un exchange e wallet di Bitcoin, ha recentemente spiegato che le transazioni con Bitcoin sono diventate paurosamente lente. Inoltre, sono diventate più costose rispetto a qualche anno fa.

In teoria, la velocità massima di Bitcoin è di 7 transazioni al secondo. In realtà, il network di Bitcoin riesce a raggiungere massimo 3 o 4 transazioni per secondo.

Sembra un numero piuttosto basso e quindi sorge spontanea la domanda: com’è la capacità massima di Bitcoin paragonata a Visa, PayPal ed Ethereum?


Bitcoin – 3 o 4 transazioni per secondo

Per risolvere il problema della dimensione dei blocchi sono state proposte varie soluzioni.

Una di queste è Bitcoin Unlimited che propone di eliminare ogni limite. Un’altra è Segregated Witness, che propone di raddoppiare le dimensioni.

Al momento ancora non c’è un consenso da parte della Bitcoin community circa la direzione da prendere. Bitcoin Unlimited è al 36% di consenso, mentre Segwit al 27%.

Il supporto è misurato come una percentuale del totale di Bitcoin minati durante un periodo specifico, con vari miner che non hanno indicato supporto per nessuna delle due proposte.


Ethereum – 20 transazioni per secondo

Verso la fine del 2016, ETHNews riportava che Ethereum ha una velocità stimata di circa 20 transazioni per secondo.

Al momento è in corso di sviluppo un sistema chiamato Raiden, il quale userà gli smart contract per aumentare la velocità massima a 1 milione di transazioni al secondo.

La prima versione di Raiden avrebbe dovuto essere pubblicata entro la fine di marzo, ma non ci sono aggiornamenti da febbraio scorso.


PayPal – 193 transazioni al secondo, in media

PayPal ha gestito 6.1 miliardi di transazioni nel 2016. Questo vuol dire 193 transazioni al secondo, in media.

Nel 2015, PayPal ha rivelato di aver processato 450 pagamenti al secondo durante il Cyber Monday.

 


Visa – 1,667 transazioni al secondo

Visa ha rivelato a MyBroadband nel 2016 che VisaNet processa in media 150 milioni di transazioni al giorno,  quindi circa 1,667 transazioni al secondo, in media.

“Basandoci su test rigorosi, stimiamo che VisaNet è capace di processare più di 56,000 transazioni al secondo,” dichiarò Visa.

 


Un paragone significativo

Luno aveva avvertito che un paragone sulla velocità delle transazioni è difficile, visto che ci sono significative differenze tra le criptovalute e i pagamenti con carta di credito.

“Bitcoin usa un metodo push di pagamento, simile a fare un ETF con la tua banca,” ha spiegato Werner van Rooyen di Luno.

Le carte di credito, invece, usano un metodo “pull” – i tuoi dettagli privati sono condivisi con la ricevuta e loro richiedono che i fondi siano detratti dal tuo account.

 

Anche l’architettura dei due sistemi è differente.

I pagamenti Bitcoin sono peer-to-peer e l’autenticazione delle transazioni è decentralizzata.

Le carte di credito sono centralizzate, se la banca che richiede o riceve il pagamento – o qualche altro intermediario – ha un problema, la transazione fallisce.

“Penso sia difficile paragonare entità centralizzate, come Google e Visa, con quelle decentralizzate come Internet e Bitcoin,” ha spiegato van Rooyen.

“Inoltre, è importante sottolineare che Bitcoin non è soltanto un sistema di pagamento, ma anche un modo per conservare ricchezza”.

Per saperne di più e per approfondire il funzionamento di Ethereum, clicca qui e guarda il video gratuito che abbiamo preparato per te!

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 12
    Shares

CATEGORIE:

Blockchain

TAG:


Amelia Tomasicchio

Amelia Tomasicchio scrive di Bitcoin ed Ethereum dal 2014. Con una laurea in lettere e un master in marketing, Amelia si occupa soprattutto di content marketing e social media management per diverse aziende nel settore fintech.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico