LE NEWS SU ETHEREUM IN ITALIA

Menu
Home » SCAM criptovalute » Focus: le mosse giuste per evitare le truffe da ICO – Parte 01

Focus: le mosse giuste per evitare le truffe da ICO – Parte 01

23 Aprile 2018 20:00
Tempo di lettura: 3 min.
23 Aprile 2018 20:00
Alessandro Di Vita

Contenuto dell'articolo

Parte 02 >>

Questo articolo fa parte di una serie di articoli in cui cercheremo di indicare dei campanelli d’allarme che dovremmo attenzionare prima di muoverci nel mercato delle criptovalute.

Il mondo delle criptovalute sta diventando un ambiente in cui sempre più spesso, prima di valutare il reale valore di un progetto, si cerca l’occasione di arricchirsi nel tempo più breve possibile.

Il mercato si è riempito di innumerevoli criptovalute che vengono coniate ogni giorno, rendendo davvero difficile riconoscere i progetti di reale valore su cui poter investire. Quando il caos rischia di annebbiare la nostra capacità di riconoscere il valore di un progetto, è bene dotarsi di alcuni strumenti che possono aiutarci a fare ordine.

Tali campanelli d’allarme non solo permettono ad un investitore di risparmiare denaro, ma anche di ottimizzare il tempo impiegato nella ricerca di nuove opportunità di investimento. Ovviamente esistono delle eccezzioni per ogni regola, queste sono quindi delle linee guida che analizzano le problematiche più comuni a cui va incontro una nuova valuta.

Cominciamo subito con i primi 6 punti da tenere in cosiderazione per evitare le trappole.

La Repository

Quando un team decide di lanciare un nuovo progetto alcune volte pubblica il codice sorgente sulle cosiddette Repository (vedi GitHub).

1 – Mancanza di un codice pubblico

Se il team decide di pubblicizzare il progetto prevedendo di pubblicare il codice sorgente su una repository pubblica, deve avere un’account su una repository pubblica. E’ molto semplice, senza una repository pubblica, non esiste la prova che il progetto esista veramente e ancora meno il codice che lo faccia funzionare.
Con tutti i casi di truffe a cui abbiamo assistito è bene diventare molto cauti soprattutto in vista di invesitmenti a lungo termine.

2 – Poca attività se non assente

Molte criptovalute si prefiggono il nobile obbiettivo di rivoluzionare interamente un settore di mercato. Tutto questo può essere molto eccitante, per il team di sviluppo e per l’investitore. Tuttavia bisogna considerare che affiché una criptovaluta abbia successo, è necessario un continuo aggiornamento. Se il team non ha sottoposto un barlume di codice su una repository pubblica per qualche anno, questo dovrebbe rappresentare un campanello d’allarme per l’invesitore.

Il Team

Il team rappresenta l’aspetto più importante di una criptovaluta. Un progetto di successo è fatto da persone che vogliono che ciò accada.

3 – Team piccoli

Una regola generale per qualsiasi nuovo proegtto è che è impossibile fare innovazione da soli. E’ necessario un bel gruppo di persone per affrontare tutti gli ostacoli che un nuovo progetto ti metterà certamente davanti. Una buona norma sarebbe avere un team di quattro o più membri.

4 – Assenza di Advisor

Gli advisor forniscono sicurezza al team. Puoi essere un genio ma se non sei ingrado o non ti affidi a qualcuno capace di comunicare la tua visione, rischi di non riuscire a farti sentire nel caos del mercato.
E’ quindi buona norma avere più di un Advisor in un team.

5 – Team differenziato

Un’azienda necessità più di due super ingegneri per avere successo. Lo sviluppo di un progetto come abbiamo detto ti mette di fronte innumerevoli sfide ogni giorno. Se non si prevede una differenziazione delle abilità del team, si rischia di non essere in grado di rispondere con agilità alle sfide dello sviluppo. Un team quindi avrà bisogno di ingegneri, ma anche di designer, addetti al marketing, comunicatori e così via per poter avere successo.

6 – Team anonimi

Così come il creatore delle prima criptovaluta resta ancora anonimo, potrebbe venire da pensare che in questo mercato l’anonimato sia una costante. Tuttavia man mano che il mercato è cresciuto l’esperienza ha insegnato che un progetto creato da un team anonimo non è una buona scelta. Se devo investire il mio denaro è fondamentale sapere in quali mani ho deciso di affidarlo. In altre parole, ancora nel 2018 il caro vecchio curriculum è richiesto, magari nella sua forma digitale, purché abbia fondamento.

Parte 02 >>

Clicca qui per accedere alla guida gratuita su come comprare, vendere, trasferire e conservare in sicurezza gli Ether.

Condividi
  • 4
    Shares

Articoli che potrebbero interessarti

25 Aprile 2018

Focus: le mosse giuste per evitare le truffe da ICO – Parte 02

Come fare per difendersi dalle truffe delle ICO? In 22 mosse...

Leggi tutto

28 Aprile 2018

Focus: le mosse giuste per evitare le truffe da ICO – Parte 03

Come fare per difendersi dalle truffe delle ICO? In 22 mosse...

Leggi tutto

CATEGORIE:

SCAM criptovalute


Alessandro Di Vita


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico